Loading...

ECO EDILIZIA COS'E'

/Eco Edilizia
Eco Edilizia 2018-03-17T03:37:24+00:00

MATERIALI EDILI NATURALI ED ECOLOGICI

Una casa costruita con materiali edili ecologici non danneggia chi ci abita e abbassa notevolmente l’impatto generato dall’inquinamento esterno

è

la scienza dell’abitare naturale dell’uomo. E’ la parte dell’architettura più attenta e sensibile al tema ambiente, è l’alternativa all’edilizia tradizionale. La Bioarchitettura fa riferimento all’Architettura Sostenibile e alla Green Building, nata negli ’70 in Germania, che ha un approccio culturale ed olistico al progetto, in cui uomo e natura sono parti integranti.

L’eco-ediliza progetta e costruisce secondo i concetti dello Sviluppo Sostenibile: garantisce benessere, riduce l’impatto sull’ecosistema, utilizza materiali in grado di rigenerarsi o essere rigenerati, ricerca fonti energetiche alternative. Il suo scopo è permettere alle generazioni future di perdurare nello sviluppo, mantenendo il più possibile inalterato il patrimonio delle risorse naturali.
In ecoedilizia si studiano accorgimenti architettonici e tecnologici che diano un maggior risparmio energetico migliorando le prestazioni delle proprie abitazioni.

MATERIALI EDILI NATURALI, ECOLOGICI E SOSTENIBILI

Una casa fatta con materiali edili ecologici non danneggia chi ci abita e abbassa notevolmente i valori di inquinamento interno ed esterno, rispettando l’ambiente e le persone che ci vivono.

è la scienza dell’abitare naturale dell’uomo. E’ la parte dell’architettura più attenta e sensibile al tema ambiente, è l’alternativa all’edilizia tradizionale. L’Eco-Edilizia fa riferimento all’Architettura Sostenibile e alla Bioedilizia, nata negli ’70 in Germania, che ha un approccio culturale ed olistico al progetto, in cui uomo e natura sono parti integranti.

L’eco-ediliza progetta e costruisce secondo i concetti dello Sviluppo Sostenibile: garantisce benessere, riduce l’impatto sull’ecosistema, utilizza materiali in grado di rigenerarsi o essere rigenerati, ricerca fonti energetiche alternative. Il suo scopo è permettere alle generazioni future di perdurare nello sviluppo, mantenendo il più possibile inalterato il patrimonio delle risorse naturali.
In ecoedilizia si studiano accorgimenti architettonici e tecnologici che diano un maggior risparmio energetico migliorando le prestazioni delle proprie abitazioni.

STILE DI VITA (ECO) LOGICO

Scegliere uno stile di vita sostenibile significa cercare il benessere e dare un valore aggiunto alla propria vita.

La stragrande maggioranza degli edifici di oggi è stata costruita con materiali inquinanti, che degradano l’ambiente sia interno che esterno e consumano molta energia. Ciò si ripercuote direttamente sulla salute psicofisica dell’uomo che li abita.

Studi e ricerche sui comportamenti sociali mostrano che negli ultimi anni la sensibilità verso la Natura è in crescita. Le persone cercano nuovi ambienti che donino comfort e benessere, salute e armonia.

L’Ecosostenibilità è un bisogno consolidato per più di un terzo della popolazione italiana. Di sostenibilità si parla tutti i giorni. Appassiona, interessa ed orienta i comportamenti e le scelte. E’ una linea guida che comprende tutti gli aspetti della vita: si sente ormai il bisogno di tornare alla semplicità, alla qualità e all’autenticità delle cose.

STILE DI VITA (ECO) LOGICO

Scegliere uno stile di vita sostenibile significa cercare il benessere e dare un valore aggiunto alla propria vita.

La stragrande maggioranza degli edifici di oggi è stata costruita con materiali inquinanti, che degradano l’ambiente sia interno che esterno e consumano molta energia. Ciò si ripercuote direttamente sulla salute psicofisica dell’uomo che li abita.

Studi e ricerche sui comportamenti sociali mostrano che negli ultimi anni la sensibilità verso la Natura è in crescita. Le persone cercano nuovi ambienti che donino comfort e benessere, salute e armonia.

L’Ecosostenibilità è un bisogno consolidato per più di un terzo della popolazione italiana. Di sostenibilità si parla tutti i giorni. Appassiona, interessa ed orienta i comportamenti e le scelte. E’ una linea guida che comprende tutti gli aspetti della vita: si sente ormai il bisogno di tornare alla semplicità, alla qualità e all’autenticità delle cose.

MATERIALI EDILI SOSTENIBILI

Eco-Edilizia e Bioarchitettura finalizzate allo sviluppo e architettura sostenibile con materiali edili naturali, ecologici ed eco-sostenibili

Q uando parliamo di impatto ambientale di un materiale dobbiamo pensare al consumo di materia ed energia durante tutte le fasi della sua vita: dalla culla alla morte. Queste fasi si chiamano ciclo di vita ed iniziano con il reperimento delle materie prime, la loro trasformazione in prodotti finiti, il trasporto, l’imballaggio, il consumo di energia durante il periodo di utilizzo, la dismissione o il riciclo.

Immaginiamo ora un edificio: quanti materiali vengono prodotti per costruirlo e quanta energia viene consumata durante tutto il suo ciclo di vita? Tantissima. Stimando un ciclo di vita di 50 anni, riscaldamento, climatizzazione e illuminazione incidono per oltre il 90% sul consumo di energia.

Lo scopo dell’eco-edilizia è costruire edifici utilizzando materiali edili sostenibili, cioè a basso impatto ambientale, con caratteristiche che permettano di ridurre il consumo energetico della casa e che siano separabili e riciclabili in fase di dismissione.

MATERIALI EDILI SOSTENIBILI

Eco-Edilizia finalizzata allo sviluppo e all’architettura sostenibile con materiali edili naturali, ecologici ed eco-sostenibili

Q uando parliamo di impatto ambientale di un materiale dobbiamo pensare al consumo di materia ed energia durante tutte le fasi della sua vita: dalla culla alla morte. Queste fasi si chiamano ciclo di vita ed iniziano con il reperimento delle materie prime, la loro trasformazione in prodotti finiti, il trasporto, l’imballaggio, il consumo di energia durante il periodo di utilizzo, la dismissione o il riciclo.

Immaginiamo ora un edificio: quanti materiali vengono prodotti per costruirlo e quanta energia viene consumata durante tutto il suo ciclo di vita? Tantissima. Stimando un ciclo di vita di 50 anni, riscaldamento, climatizzazione e illuminazione incidono per oltre il 90% sul consumo di energia.

Lo scopo dell’eco-edilizia è costruire edifici utilizzando materiali edili sostenibili, cioè a basso impatto ambientale, con caratteristiche che permettano di ridurre il consumo energetico della casa e che siano separabili e riciclabili in fase di dismissione.

La sostenibilità di un materiale in termini ambientali coincide con sosteniblità in termini economici di chi abita la casa: risparmia l’ambiente e risparmia l’uomo.

QUALI SONO I MATERIALI IN ECO-EDILIZIA?

E’ importante che i materiali siano naturali, derivati da fonti rinnovabili, oppure riciclati da materiali dismessi.

Le nostre case, paragonate ad un guscio che ci protegge, devono essere pensate per potersi adattare alle nostre esigenze di vita, sempre più variabili. La qualità della nostra casa è data dalla qualità e dalla durabilità dei materiali che usiamo per costruirla.

Le strutture portanti possono essere di cemento bianco armato, acciaio stenico, terra cruda e legno naturale. Il legno naturale, in particolare, proveniente da piantagioni eco-sostenibili, è riciclabile, flessibile e privo di fattori tossici; rappresenta le fondamenta di un’abitazione realmente ecosostenibile.

L’isolamento termico ed acustico deve avere caratteristiche di traspirabilità e igroscopicità. Deve resistere a fuoco, a muffe, funghi, insetti e roditori. Può essere di origine organica (sughero, cellulosa, fibra di juta, lino, canapa o legno, lana di pecora), originato da materiali riciclati (plastica e tessuti), oppure di origine tecnologica.

Per le finiture superficiali è consigliata la calce nei suoi vari prodotti. Ha ottime qualità biologiche, diffusa reperibilità, basso consumo energetico durante il ciclo di vita. I sistemi di costruzione a secco, infine, in legno o materiali misti uniti senza collanti sono un’ottima soluzione ecologica e antisismica che si adatta perfettamente al concetto di ecoedilizia.

ECO-ECONOMIA PER L’EDILIZIA DEL FUTURO

I materiali dismessi devono essere separabili: il futuro si basa su un sistema in cui i rifiuti di qualcuno possano diventare risorsa per qualcun altro.

Negli ultimi decenni l’edilizia è cambiata in una metamorfosi così veloce che nemmeno il più mutevole essere del mondo animale saprebbe fare. Siamo passati da un’edilizia in crescita, con poche regole vulnerabili, ad una edilizia industrializzata caratterizzata da prodotti inquinanti, derivati da petrolio, che hanno invaso il mercato. Troppi sistemi brevettati per un’edilizia facile e ‘moderna’ basata più sul profitto che sul risultato hanno generando una confusione tale che nemmeno noi del settore abbiamo saputo gestire.
Risultato: costruzioni difettose, manutenzioni precoci e svilimento delle tecniche costruttive. La fantascienza sembrava aver portato miracoli, invece si è sempre più evidenziata la necessità di un buon rapporto tra uomo e natura.

L’edilizia del futuro si basa sulla scelta consapevole di materiali e sul concetto di eco-economia: il sistema in cui i rifiuti di qualcuno possono diventare risorsa per qualcun altro. L’eco-economia è la chiave di volta per il nostro futuro e le parole d’ordine sono: materiali naturali, separabili, riciclabili.
Anche la Comunità Europea si sta impegnando sul modello dell’economia circolare con una grande sfida per il 2030: riciclare il 65% dei 600 MILIONI DI TONNELLATE dei rifiuti urbani, il 75% degli imballaggi che ogni anno vengono gettati e ridurre al 10% lo smaltimento in discarica.
Tutti possiamo contribuire a questa sfida, diventando più consapevoli delle nostre azioni quotidiane.

ECO-ECONOMIA PER L’EDILIZIA DEL FUTURO

I materiali dismessi devono essere separabili: il futuro si basa su un sistema in cui i rifiuti di qualcuno possano diventare risorsa per qualcun altro.

Negli ultimi decenni l’edilizia è cambiata in una metamorfosi così veloce che nemmeno il più mutevole essere del mondo animale saprebbe fare. Siamo passati da un’edilizia in crescita, con poche regole vulnerabili, ad una edilizia industrializzata caratterizzata da prodotti inquinanti, derivati da petrolio, che hanno invaso il mercato. Troppi sistemi brevettati per un’edilizia facile e ‘moderna’ basata più sul profitto che sul risultato hanno generando una confusione tale che nemmeno noi del settore abbiamo saputo gestire.
Risultato: costruzioni difettose, manutenzioni precoci e svilimento delle tecniche costruttive. La fantascienza sembrava aver portato miracoli, invece si è sempre più evidenziata la necessità di un buon rapporto tra uomo e natura.

L’edilizia del futuro si basa sulla scelta consapevole di materiali e sul concetto di eco-economia: il sistema in cui i rifiuti di qualcuno possono diventare risorsa per qualcun altro. L’eco-economia è la chiave di volta per il nostro futuro e le parole d’ordine sono: materiali naturali, separabili, riciclabili.
Anche la Comunità Europea si sta impegnando sul modello dell’economia circolare con una grande sfida per il 2030: riciclare il 65% dei 600 MILIONI DI TONNELLATE dei rifiuti urbani, il 75% degli imballaggi che ogni anno vengono gettati e ridurre al 10% lo smaltimento in discarica.
Tutti possiamo contribuire a questa sfida, diventando più consapevoli delle nostre azioni quotidiane.

IL BENESSERE DELL’UOMO E’ NATURALE

UUn edifico è in armonia con l’ambiente nel momento in cui esso è perfettamente integrato nell’ambiente e nella natura che lo circonda. Lo scopo del costruire è il benessere degli abitanti, inteso nel senso più ampio possibile: deve donare salute psicofisica agli individui che lo abitano, deve essere costituito da materiali che non presentino rischi sanitari e che abbiano qualità di sanificazione degli ambienti, deve considerare l’equilibrio socio-economico e avere cura dell’ambiente.

In quest’ottica l’edificio non è un oggetto a sé stante, estraneo al contesto, ma parte integrante di un sistema dinamico e interconnesso, che considera gli elementi naturali (acqua, terra, legno..) e sociali (l’individuo e gli altri) come elementi fondamentali del progetto.

IL BENESSERE DELL’UOMO
E’ NATURALE

UUn edifico è in armonia con l’ambiente nel momento in cui esso è perfettamente integrato nell’ambiente e nella natura che lo circonda. Lo scopo del costruire è il benessere degli abitanti, inteso nel senso più ampio possibile: deve donare salute psicofisica agli individui che lo abitano, deve essere costituito da materiali che non presentino rischi sanitari e che abbiano qualità di sanificazione degli ambienti, deve considerare l’equilibrio socio-economico e avere cura dell’ambiente.

In quest’ottica l’edificio non è un oggetto a sé stante, estraneo al contesto, ma parte integrante di un sistema dinamico e interconnesso, che considera gli elementi naturali (acqua, terra, legno..) e sociali (l’individuo e gli altri) come elementi fondamentali del progetto.

Logo Ecoidee Edilizia

Dove siamo

Cassago Brianza Via A. Volta 84 - 86
Telefono +39 031 850 153
Fax: +39 031 35 72 497
Orari: Lunedì - venerdì 08:30 - 18:00
E-mail: info@ecoideedilizia.it

Lasciaci la tua mail